/apps/enel-x-digital-ecosystem/templates/page-content

Come funziona un impianto fotovoltaico?

Un impianto fotovoltaico è un impianto elettrico capace di produrre energia da una fonte rinnovabile e inesauribile come quella solare.

 

L’impianto fotovoltaico come funziona? Esistono fondamentalmente due tipologie di impianti fotovoltaici:

 

  • Impianti connessi alla rete elettrica locale (in inglese “grid connected”), ossia che lavorano in parallelo con la rete elettrica che alimenta la casa. Per quanto riguarda il funzionamento impianto fotovoltaico di questo tipo, la produzione si integra con quella proveniente dalla rete, limitando così la richiesta. La parte eccedente viene venduta alla rete. Per far sì che venga massimizzato l’autoconsumo, è spesso previsto un energy storage che ha il compito di accumulare energia di giorno. convivono con i tradizionali impianti elettrici (residenziali/industriali), pertanto il loro utilizzo può essere opportunamente alternato con quello della rete elettrica tradizionale in caso di indisponibilità della fonte solare, al fine di poter soddisfare le esigenze energetiche del cliente finale.
 
  • Impianti isolati dalla rete (in inglese “stand alone”), sono indipendenti dalla rete elettrica e assicurano l’alimentazione di carichi specifici. Spesso sono provvisti di un sistema di batterie (energy storage) in grado di garantire la “continuità di servizio”.

 

Il fotovoltaico è la tecnologia ideale per ridurre al minimo i costi energetici e raggiungere una maggiore sostenibilità. Inoltre è adesso possibile costituire una comunità energetica rinnovabile tra cittadini, imprese, attività commerciali o enti locali per finanziare l’installazione di un impianto fotovoltaico e condividere virtualmente l’energia prodotta.

Quali sono i componenti di un impianto fotovoltaico?

come funziona un impianto fotovoltaico

I principali componenti di un impianto fotovoltaico sono:

  • Moduli fotovoltaici
    Un impianto fotovoltaico cattura l’energia irraggiata dal sole grazie all’utilizzo di speciali componenti chiamati “moduli fotovoltaici”, costituiti da un materiale (silicio) in grado di produrre energia elettrica se investito dalla luce solare.
 
  • Strutture di sostegno dei moduli
    Sono le strutture che sorreggono i moduli fissandoli al tetto e, in caso di copertura piana, provvedono anche al loro orientamento, ottimizzandone l’esposizione inclinandoli verso i raggi solari.
Soluzioni per la casa

Soluzioni per la casa

Riscaldamento, sicurezza, illuminazione… e molto altro.

  • Inverter
    È il dispositivo elettronico che trasforma l’energia elettrica prodotta dai moduli (cosiddetta corrente continua) nella stessa tipologia di quella utilizzata dagli apparecchi residenziali (elettrodomestici ecc.) o industriali (cosiddetta corrente alternata). Per una maggiore sicurezza dell’impianto, gli inverter incorporano dei dispositivi di protezione che ne determinano lo spegnimento in caso di black-out o di disturbi della rete.

 

  • Cavi elettrici
    I cavi che trasportano l’energia dall’impianto verso gli utilizzatori.

 

Componenti aggiuntivi che contribuiscono a migliorare l’efficienza dell’impianto, sempre più diffusi, sono:

 

  • Sistema di monitoraggio
    È un sistema che permette di controllare il proprio impianto da remoto, monitora l’andamento della produzione e dell’autoconsumo e verifica lo stato dell’inverter. 
 
  • Energy Storage
    È un sistema di stoccaggio che permette di migliorare l’efficienza dell’impianto accumulando l’energia prodotta durante il giorno per utilizzarla anche quando l’impianto non produce. In questo modo si massimizza l’autoconsumo dell’energia prodotta senza cambiare le proprie abitudini di consumo.

 

 

Scopri l'impianto fotovoltaico più adatto a te nel nostro store

Installare un impianto fotovoltaico: cosa c’è da sapere?

SCOPRI DI PIÙ

Quanto costa una caldaia?

SCOPRI DI PIÙ

Come si è evoluta la tecnologia del LED?

SCOPRI DI PIÙ

Hai bisogno di informazioni?