/apps/enel-x-digital-ecosystem/templates/page-content

Enel X e Zanardi Fonderie: un legame che guarda al futuro

L’azienda del veronese specializzata in getti in ghisa sta ottenendo i primi risultati significativi grazie alla partnership con Enel X.

Pubblicata il 27 OTTOBRE 2022
Ha novantun’anni. E non solo li porta benissimo, ma è decisamente proiettata verso il futuro. Un futuro green e sostenibile. Zanardi Fonderie è un’azienda veneta di famiglia, nata nel 1931 e giunta oggi alla quarta generazione, specializzata in getti in ghisa ad alto valore tecnologico, controllati e certificati, pronti per l’assemblaggio. In meno di un secolo, da piccola officina di paese si è trasformata in una realtà con 240 dipendenti, presente con prodotti molto innovativi sul mercato dell’industria e delle ferrovie, del trasporto on road e off road, nei settori dell’edilizia, del minerario, dell’agricoltura e dell’energia, in particolare l’eolico.
“Siamo riconosciuti leader mondiali per lo sviluppo e la produzione di getti in ghisa austemperata - spiega Federico Zanardi, vice presidente dell’azienda - . Si tratta di un particolare tipo di ghisa che, grazie a un trattamento termico in bagno di sali, raggiunge le caratteristiche meccaniche degli acciai bonificati, permettendo la realizzazione di componenti più performanti e leggeri”. I valori che caratterizzano il gruppo sono trasparenza e affidabilità, all’interno e all’esterno, attenzione alla ricerca e alla sostenibilità: “La sostenibilità è da sempre al centro della nostra politica aziendale - sottolinea il vice presidente -, e le recenti difficoltà che stiamo attraversando a causa del caro-energia dimostrano che essere sempre più efficienti dal punto di vista energetico è una necessità imprescindibile”.
Net Zero

Net Zero

Strumenti e soluzioni per un percorso di sostenibilità e decarbonizzazione verso un nuovo vantaggio competitivo.

61.2%
Corporate Circularity
Corporate Circularity

La scelta del Circular Economy Report

report di circolarità

Report di circolarità

Misura i benefici dell’economia circolare per la tua impresa.

È proprio in quest’ottica che il gruppo ha deciso di analizzare nel dettaglio le proprie potenzialità, così da poter individuare le aree su cui intervenire, e lo ha fatto grazie al Circular Economy Report: “Abbiamo scelto di utilizzare il Report nel 2021, accogliendo la proposta di Enel X, con cui abbiamo da tempo un rapporto consolidato - racconta Zanardi-.  Ci è stato utile perché ci ha fornito una fotografia sulla maturità a livello di sostenibilità ed economia circolare, evidenziando le criticità da risolvere e gli ambiti in cui è necessario investire per migliorare ulteriormente”. In relazione al Circular Economy Score, Zanardi Fonderie raggiunge un punteggio pari al 61,2%; un ottimo dato di partenza, riscontrato soprattutto nella gestione dei materiali (in input e output), e della logistica.
L’economia circolare è parte dell’identità del processo della fonderia, perché la totalità della produzione giunta a “fine vita” può essere riciclata e riutilizzata per realizzare nuovi prodotti. Ad oggi, circa il 53% della produzione proviene da processi di riciclo, e recuperiamo fino al 98% degli scarti, di cui il 48% internamente e circa il 50% esternamente, insieme al 3% dell’acqua di processo" - spiega Federico Zanardi, che prosegue: "Promuoviamo inoltre la sostenibilità in tutti gli ambiti: dalla logistica, con l’utilizzo di una flotta di veicoli aziendali green ibridi, alle politiche che orientano la scelta dei fornitori in base al loro impegno nel rispetto dell’ambiente. Dal punto di vista delle risorse energetiche in input, autoproduciamo fino al 4% del nostro fabbisogno elettrico attraverso un impianto fotovoltaico e un ulteriore 52% circa ricorrendo a un co-generatore a gas”.
economia circolare

Economia circolare

Cambia prospettiva e crea nuovo valore per la tua azienda e i tuoi clienti.

57.3%
Autoproduzione di energia rinnovabile Autoproduzione di energia rinnovabile Autoproduzione di
energia rinnovabile
Acquisto di energia da fonti rinnovabili Acquisto di energia da fonti rinnovabili Acquisto di energia
da fonti rinnovabili
Gestione efficiente dell'energia Gestione efficiente dell'energia Gestione efficiente
dell'energia
Infrastrutture di ricarica Infrastrutture di ricarica Infrastrutture
di ricarica
--> -->
66.2%

Il quartier generale di Minerbe

Efficienza energetica per le industrie

Efficienza energetica per le industrie

Soluzioni per ridurre i consumi e l’impronta ecologica della tua azienda.

Lo stabilimento di Minerbe (VR) è nato nel 1963, nel pieno del boom economico e del crescente interesse per questi materiali molto competitivi. È un complesso di oltre 30mila mq, che ospita il quartier generale operativo e commerciale del gruppo, comprendendo produzione e uffici. “Fonderia, sbavatura, trattamento termico, verniciatura e lavorazione meccanica - prosegue Zanardi-, sono tutti presenti nella sede di Minerbe, che offre i migliori standard di pulizia, emissioni, salute sul posto di lavoro”. Dall’analisi di Enel X emerge che il livello di partenza, in relazione alla circolarità energetica, è del 57,3%. Un buon risultato, incrementabile lavorando soprattutto sulle aree del flusso di energia, su quelle di efficienza energetica e sugli abilitatori, per esempio le infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici.
“Sul totale dell'energia consumata nel 2021, il 56% è acquistato dal distributore, mentre il restante 44% è autoprodotto in loco grazie a un impianto fotovoltaico da 644 kW e un sistema di produzione di energia termica ottenuta tramite un gruppo di cogenerazione. Riguardo al flusso di energia in input, intendiamo cogliere il monito del report a implementare l’impianto fotovoltaico esistente e a ragionare sull'installazione di ulteriori inverter per ottimizzare ulteriormente la distribuzione dei carichi elettrici”.

L’inventario di GHG

Gli esperti di Enel X hanno inoltre approfondito il tema relativo ai GHG scope 1 e scope 2 (Greenhouse Gases, i gas a effetto serra), rilevando che ammontano a 22.935 tCO2eq  (tonnellate di anidride carbonica equivalente); di queste, le emissioni dirette di scope 1 corrispondono a circa il 67%, quelle indirette di scope 2 rappresentano il 33% delle emissioni totali di GHG. Dalle analisi emerge che, ottenendo energia elettrica da fotovoltaico, si arriva ad evitare la diffusione di 276 tCO₂eq di GHG. “Tutti i progetti completati negli ultimi anni e quelli in corso a tema energetico e ambientale portano come risultato ad una riduzione di tonnellate di CO₂ emesse per tonnellata lorda prodotta - aggiunge il vice presidente -. 
donna che scrive con un pennarello su una lavagna e altre persone dietro di lei

Carbon Footprint di Organizzazione

Misura e riduci le emissioni di CO₂ della tua impresa.

In particolare, è possibile notare una riduzione progressiva nel corso degli ultimi anni, tranne che per il 2009, contesto di crisi finanziaria mondiale, e per il 2020, caratterizzato da un forte calo del fatturato per la crisi pandemica”.
67%
Emissioni CO2
33% Emissioni CO2

Le indicazioni della “Road Map”

power quality

Power Quality

Interventi per migliorare la stabilità della fornitura elettrica, evitare inconvenienti e risparmiare.

Le principali aree di miglioramento evidenziate dalla relazione si riferiscono in particolare all’efficienza energetica e alla gestione dell'energia (soluzioni in linea con vari SDG, i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile definiti dall’ONU nel 2015); per esempio si propongono l’acquisto di energia elettrica green tramite Garanzie di Origine, l’utilizzo della GEO (Generation Energy Optimization), l’installazione di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici, il controllo della Power Quality. “Il report di Enel X ci ha aiutato a confermare la necessità di un impegno sempre maggiore per migliorare l’efficienza energetica nella nostra azienda - ribadisce Zanardi -. Gli investimenti green sui quali stiamo concentrando le nostre risorse, sia umane che economiche, riguardano la sostituzione di alcuni impianti con altri più performanti dal punto di vista energetico e ambientale.

Il revamping del fotovoltaico è stato completato nel 2021 e puntiamo a implementarlo innalzando la potenza dagli attuali 644 Kw a oltre 1000 Kw, nonché a svolgere un’indagine sul territorio per formare le Comunità energetiche. Inoltre, siamo disponibili ad approfondire la proposta GEO, per ottimizzare la produzione proveniente da impianti di generazione.

 

Per quanto riguarda l’acquisto di energia elettrica green, registriamo ogni anno sui nostri report EMAS la percentuale di energia acquistata tramite Garanzia di origine.” (EMAS, Eco-Management and Audit Scheme, è uno strumento proposto dalla Comunità Europea, cui è possibile aderire volontariamente  per valutare e migliorare le proprie prestazioni ambientali). 

comunita energetiche rinnovabili

Comunità energetiche rinnovabili

La condivisione di energia elettrica da fonti pulite a vantaggio di cittadini e imprese.

Tutti passi che vanno nella direzione indicata da Enel X, mirata a ottenere notevoli risultati: gli interventi proposti consentono infatti un incremento della circolarità energetica del sito di Minerbe pari a 8,9 punti percentuali rispetto al livello iniziale (da 57,3% a 66,2%), e della circolarità corporate di 2,7 punti (da 61,2% a 63,9%). Un’ottima occasione e una prospettiva concreta per costruire insieme, Zanardi Fonderie ed Enel X, un sistema ancor più efficiente e sostenibile.