/apps/enel-x-digital-ecosystem/templates/page-content

Il Demand Response favorisce l’economia circolare

Condivisione di beni e servizi e non solo: così il DR aiuta l’economia del futuro

Pubblicata il 3 SETTEMBRE 2020
Crisi climatica, crescita demografica e scarsità di risorse rendono non più sostenibile l’attuale modello di sviluppo. La nuova frontiera è l'economia circolare, un paradigma che replica nel sistema economico i cicli della natura e che Enel X ha messo al centro del proprio modello di business. Tutte le nostre soluzioni si fondano, con gradazioni diverse, sui cinque pilastri che stanno alla base della circular economy. Come il Demand Response (DR), servizio di cui siamo leader in Italia, con una quota di mercato del 35% e una capacità gestita di circa 350MW.

I programmi

I programmi di DR, promossi dai gestori di rete e dagli aggregatori della domanda (Balance Service Provider - BSP) come Enel X, remunerano i consumatori commerciali e industriali in cambio della loro disponibilità a ridurre il consumo di energia o ad aumentare la produzione su richiesta, per consentire all’operatore elettrico di rispondere rapidamente ai picchi di domanda e offerta assicurando una maggiore flessibilità e stabilità di rete.
Nell’attuale contesto, il Demand Response rappresenta non solo un'occasione per un sistema elettrico più sostenibile, ma anche un abilitatore dell'economia circolare, contribuendo ad aprire nuove opportunità per incrementare l'efficienza energetica e modellando nuovi comportamenti di consumo utili a ridurre le emissioni di CO2.

I due pilastri del Demand Response

Il DR, infatti, si basa su due dei cinque pilastri della circular economy: gli input sostenibili (Sustainable inputs) e la condivisione (Sharing platform). Il primo prevede l’impiego di una filiera di fornitori circolare che garantisca energia rinnovabile e materie prime di origine biologica, completamente riciclabili o biodegradabili. Lo sharing si basa invece sull'uso condiviso del bene o del servizio da parte di più clienti.
Il Demand Response applica il primo modello promuovendo i servizi alla rete e favorendo un utilizzo più intenso di fonti per loro natura non prevedibili e intermittenti come l'eolico e il solare, destinate a pesare per il 79% dell’energia totale prodotta a livello globale entro il 2050. I programmi di DR mitigano i potenziali squilibri delle rinnovabili sulla stabilità della rete, modulando il carico e/o la generazione dei clienti.

Economia Circolare

Cambia prospettiva e crea nuovo valore per la tua azienda e i tuoi clienti

Gli obiettivi e gli aggregatori di domanda

Secondo l'Agenzia internazionale dell'energia (IEA), entro il 2040 il maggior impiego di sistemi di stoccaggio e del Demand Response digitalizzato potrebbe ridurre la perdita di energie rinnovabili dal 7% all'1,6%, abbattendo le emissioni di CO2 di 30 milioni di tonnellate.

 

Il Demand Response applica anche il modello delle sharing platform attraverso gli aggregatori della domanda come Enel X che mettono in contatto gestori di rete e utenti consentendo ai clienti di ottenere risparmi, profitti e una maggiore resilienza.

Attraverso le loro piattaforme, i BSP creano unità virtuali aggregate in cui i clienti condividono la loro capacità di potenza virtuale e la mettono a disposizione della rete. Le forme più sofisticate di DR prevedono flussi a due vie che si basano sulla sempre più diffusa capacità di autogenerazione (fotovoltaico) e stoccaggio dell'energia (batterie) da parte dei clienti industriali, commerciali e residenziali (prosumer) e che consentono di creare una comunità energetica che funziona con meccanismi analoghi al peer-to-peer.

 

Enel X e la circular economy

Enel X si posiziona come acceleratore della circular economy sia al proprio interno che all'esterno. Abbiamo messo a punto un programma, il Circular Economy Boosting Program, basato su una metodologia che, a partire dalla misurazione di una determinata situazione di partenza, ha l'obiettivo di individuare nuove opportunità per accrescere sia il livello di circolarità delle nostre soluzioni che quello delle aziende e delle pubbliche amministrazioni nostre clienti.

Circular is Cool!

L'economia circolare per gli eroi del futuro

Stiamo facendo lo stesso con il Demand Response, analizzando i driver fondamentali dei nostri clienti commerciali e industriali per individuare nuove opportunità di accelerare la transizione all'economia circolare dei sistemi energetici dei Paesi in cui siamo presenti attraverso la partecipazione a questi programmi.
Con un obiettivo: assicurare un uso sempre maggiore delle fonti rinnovabili, una rete più stabile e affidabile, nuove possibilità di risparmio e profitto ai nostri clienti.