/apps/enel-x-digital-ecosystem/templates/page-content

Flessibilità, la strada verso la sostenibilità

L’industria energetica mira alla decarbonizzazione con le nuove tecnologie

Pubblicata il 11 GENNAIO 2021

La decarbonizzazione, l'elettrificazione e la digitalizzazione sono i grandi trend globali che stanno guidando la transizione del mercato dell'energia verso un futuro sostenibile. I tre processi sono anche al centro del nuovo programma di azione della Commissione europea, che ne ha fatto gli assi portanti del Green New Deal e del Next Generation EU, i programmi con cui intende perseguire gli obiettivi dell’Agenda 2030 e rilanciare l'economia dopo la crisi legata alla pandemia.

Le trasformazioni in atto, insieme all'implementazione di queste politiche, richiedono al sistema elettrico l'impiego di nuove tecnologie utili a garantire una sempre maggiore flessibilità. L'uso crescente di fonti come l'eolico e il solare, non programmabili in quanto dipendenti dalla variabilità delle condizioni meteorologiche, ha infatti un significativo impatto sulle attività dei gestori di rete, in primis sui Transmission System Operator (TSO) che devono assicurare in ogni istante il bilanciamento tra produzione e consumi di energia elettrica, per garantire ai consumatori finali una fornitura sicura, costante e affidabile.

Un approccio strutturato alla decarbonizzazione

Per questa ragione, anche in Italia, come nel resto dell'Europa, l'Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) ha aperto il mercato dei servizi di dispacciamento (MSD) a nuove risorse innovative, quali il consumo, gli storage e la generazione distribuita, prevalentemente da fonti rinnovabili non programmabili.

 

Si può fornire flessibilità intervenendo sul modo in cui l'elettricità viene generata, sviluppare nuove soluzioni di stoccaggio dell'energia, modulare in tempo reale la domanda e la produzione in base alle necessità della rete.

Un nuovo modello di flessibilità

La flessibilità è tradizionalmente ottenuta dal TSO regolando la quantità di elettricità immessa nella rete in modo che l'offerta corrispondesse alla domanda, modificando, fino al tempo reale, il programma di produzione richiesto alle centrali convenzionali (grandi impianti termoelettrici ed idroelettrici programmabili).

 

Con l’aumento del ricorso alla produzione da fonti rinnovabili non programmabili si riduce sempre più la presenza in servizio di impianti convenzionali che fino ad oggi hanno garantito l’esercizio in sicurezza della rete e dei relativi servizi di dispacciamento. Ciò determina un aumento dei costi di dispacciamento con l’esigenza, nei casi peggiori, di ridurre la produzione rinnovabile non programmabile per fare spazio alla capacità modulabile necessaria a gestire il sistema. In questo contesto si rende dunque sempre più necessario ottenere servizi di flessibilità anche da risorse innovative diverse da quelle tradizionali al fine di garantire elevati livelli di sicurezza e qualità del servizio a costi efficienti e senza ridurre forzatamente la produzione rinnovabile.

Per garantire la flessibilità necessaria a mantenere l'equilibrio della rete, il nuovo contesto richiede una partecipazione più attiva di clienti C&I che mettono a disposizione i loro asset lavorando in maniera sinergica con i Balancing Service Provider (BSP). I BSP possono svolgere il compito di aggregare un determinato numero di risorse distribuite e di offrire unitariamente la flessibilità resa disponibile da tali risorse all’operatore di rete. La digitalizzazione favorisce questo processo, rendendo le reti sempre più flessibili, grazie alla possibilità di combinare sinergicamente la gestione di flussi di dati e di elettricità, e agevolando il decentramento della produzione, con i clienti che diventano sia produttori che consumatori di energia e si impegnano per contribuire alla transizione energetica.

Le soluzioni di flessibilità di Enel X

Enel X ha messo la digitalizzazione, l'elettrificazione e la decarbonizzazione al centro della propria strategia di innovazione aperta e orientata alla sostenibilità, con l'obiettivo di guidare la trasformazione dell'energia in tutto il mondo. Siamo impegnati nel perseguimento dei traguardi dell'Agenda 2030, a partire dall'obiettivo di sviluppo sostenibile numero 7 per garantire a tutti l'accesso a un'energia che sia economica, affidabile e sostenibile. Mettiamo a disposizione dei nostri clienti commerciali e industriali soluzioni all'avanguardia che garantiscono loro la massima flessibilità, consentendo a ciascuno di fare la propria parte nella trasformazione in atto.

Soluzioni di flessibilità

Contribuisci con la tua azienda alla stabilità della rete elettrica e monetizza la tua disponibilità

Oggi la flessibilità della rete viene garantita da Terna: Enel X fornisce un servizio di flessibilità al TSO anche attraverso l'impiego di tre strumenti importanti, quali la modulazione della domanda, lo stoccaggio dell'energia e la generazione distribuita. In particolare, Enel X gestisce 6,3 GW di offerta aggregata nei servizi di Demand Response, programma che remunera le aziende disponibili a ridurre il proprio consumo o ad aumentare la produzione di energia rispondendo agli ordini di dispacciamento del TSO. Mettiamo inoltre a disposizione dei nostri clienti anche altri servizi, quali la possibilità di accedere al servizio di Interrompibilità e di Generation and Energy Optimization (GEO).

 

Immagazzinare energia

In un mondo che fa sempre più affidamento su fonti intermittenti come le rinnovabili, i sistemi di stoccaggio dell'energia rappresentano una risposta efficace alle sfide poste dalla gestione dei consumi energetici. Lo storage consente infatti di sfruttare al meglio queste fonti, immagazzinando l’energia quando sono disponibili e rilasciandola nella rete quando ce n’è bisogno. Enel X si pone all'avanguardia, con un’offerta completa che include fotovoltaico e soluzioni come GEO (Generation and Energy Optimization), progettata per i clienti B2B che possiedono un asset di produzione energetica behind-the-meter per consentire loro di mettere a disposizione il surplus di energia prodotta sul mercato elettrico senza dover diventare un operatore di mercato.

In questo modo, Enel X offre al cliente la possibilità di mettere a disposizione il surplus di energia prodotta senza dover diventare un operatore di mercato oppure senza dover accedere ai regimi di ritiro previsti dal GSE.

Abbiamo, infine, una lunga esperienza nella realizzazione di impianti di generazione distribuita che consentono alle aziende di ridurre i costi energetici, produrre autonomamente l’energia di cui hanno bisogno, rendere più efficienti i consumi.

Un portafoglio completo di soluzioni innovative che fa di Enel X un partner energetico di riferimento ideale per le imprese intenzionate a beneficiare al massimo delle possibilità che oggi la flessibilità mette a disposizione per stabilizzare la rete, rendere più efficienti i consumi, migliorare l’impatto del sistema energetico sul nostro pianeta.