/apps/enel-x-digital-ecosystem/templates/page-content

Enel X-McDonald’s: uniti per la mobilità sostenibile

Ricaricare l’auto elettrica durante la sosta al fast food: 6 stazioni già attive

Pubblicata il 19 NOVEMBRE 2020

La partnership

Un panino, una bibita, un caffè e via, pronti a ripartire. Anche perché anche l’auto elettrica, nel frattempo, si è ricaricata.

 

Una combinazione pratica e veloce che è ora possibile grazie alla partnership tra Enel X e McDonald’s Italia, che consente ai clienti della catena di fast food di trovare colonnine di ricarica per le vetture elettriche nei parcheggi dei ristoranti.

Le stazioni di ricarica JuicePole e JuicePump di Enel X offrono un servizio comodo e funzionale che dà l’opportunità di rifornire due veicoli contemporaneamente. Con JuicePump, in particolare, sono sufficienti in media circa 30 minuti per realizzare un “pieno” di energia elettrica, un lasso di tempo che corrisponde più o meno a quello che i clienti McDonald’s trascorrono nei ristoranti per un pranzo o una cena.

I punti di ricarica

Al momento è possibile trovare e utilizzare le prime stazioni di ricarica presso i McDonald’s di Desio, Eboli, Loreto, San Benedetto del Tronto, Ancona e Osimo (nelle ultime tre località sono già attive e visibili sulle app JuicePass). E a breve il piano di implementazione toccherà altre città: Piombino, Barberino di Mugello, Alessandria, Quartu Sant’Elena e Firenze.
Ma il nuovo accordo tra Enel X e McDonald’s Italia si prefigge obiettivi ancora più ambiziosi: la volontà comune è quelle di giungere, entro la fine del 2021, all’installazione di 200 punti di ricarica per vetture elettriche all’interno di 100 parcheggi dei ristoranti McDonald’s, in tutto il Paese.

Cultura della sostenibilità

“L’accordo con McDonald’s permette alle persone di avvicinarsi in modo facile e consapevole al mondo della mobilità elettrica, l’unica vera opzione per spostarsi nel pieno rispetto dell’ambiente – spiega Federico Caleno, responsabile e-mobility Italia di Enel X –. I nuovi punti di ricarica si aggiungono agli oltre 10.500 che abbiamo già installato in tutto il Paese e sono parte di un progetto più ampio che ci vede impegnati nella realizzazione di un network di infrastrutture europeo”. Per quanto riguarda la sola Italia, l’obiettivo di Enel X è di arrivare a 28.000 postazioni entro il 2022.
“Attraverso la nuova collaborazione con Enel X, di cui siamo davvero orgogliosi - aggiunge Tommaso Valle, Corporate relations and sustainability Director di McDonald's Italia - confermiamo il nostro impegno quotidiano verso un minor impatto ambientale, facendoci promotori di una cultura della sostenibilità”.

Il risparmio energetico in dati

A pieno regime l’accordo porterà a un risparmio di oltre 1800 tonnellate di emissioni di CO2 nell’atmosfera. Una quantità considerevole che corrisponde all’incirca, per dare un’idea della portata, all’anidride carbonica assorbita in un anno da oltre 100.000 alberi.

 

Il progetto comune si inserisce in quel circolo virtuoso che sta portando a un incremento della vendita di auto elettriche nel nostro Paese: nei primi nove mesi del 2020 le vetture a batteria hanno segnato un incremento delle immatricolazioni del 127,6% e gli ibridi plug-in del 210,3%.

Un crescendo che lo scorso settembre ha segnato il record storico mensile, con quasi 7.000 veicoli targati (Fonte: Unrae). La tendenza registrata a livello italiano trova conferma e si inserisce nel contesto internazionale: stando alle ultime stime il numero di veicoli elettrici nel mondo è di oltre 7,7 milioni, di cui più di 2,25 milioni venduti solo nel 2019.