Il Circular Economy Report di Enel X per Simer

L’innovazione di Simer, sempre più sostenibile

Grazie al report di circolarità di Enel X il Gruppo italiano leader nei rivestimenti in metallo ha scoperto come aumentare ulteriormente la propria circolarità

Cos'hanno in comune i rulli di carta industriale, le valvole cardiache e le protesi all'anca, molti componenti del settore automobilistico e migliaia di altri oggetti grandi e piccoli di ogni tipo? Si tratta di una lavorazione, detta metallizzazione, che in Italia viene effettuata da quarant'anni da una delle  maggiori ditte europee, che consiste in un procedimento capace di rivestire di metallo la superficie voluta per conferirle particolari capacità tra le quali la resistenza all'usura o alla corrosione oppure l’antiaderenza alle colle.

Una lavorazione iper specializzata che richiede di stare al passo con i tempi grazie a una continua innovazione degli impianti e delle strategie produttive.

“Cerchiamo sempre di migliorarci, - spiega Norberto Menozzi, general manager di Simer - le sfide per gli anni a venire saranno il digitale e la sostenibilità: chi non saprà coglierle resterà fuori, mentre chi avrà fatto le scelte opportune sarà avvantaggiato con i clienti. Per questo abbiamo accettato con entusiasmo la proposta di Enel X di una valutazione della circolarità del nostro business. Fare attenzione all'ambiente è fondamentale: bisogna riuscire a produrre utili senza disconoscere il rispetto per il territorio e l'etica”.

 

Una “piccola” azienda fondata sulla sostenibilità

Fondata nel 1979, Simer opera a Villanova d'Asti e oggi ha commesse importanti non solo in Italia ma in Francia, Spagna, Slovenia, Canada, Germania, Libano, Arabia, Malesia e Israele. Un successo basato su competenza, passione, trasparenza commerciale e tempestività nelle consegne, per una “piccola” azienda i cui punti di forza sono una tecnologia sempre all'avanguardia e una progettazione studiata su misura per ogni cliente, ma anche una grande attenzione per le ricadute ambientali della produzione, il benessere dei lavoratori e la sostenibilità.


“Siamo piccoli per scelta - continua Menozzi, anche se è evidente che 'piccoli', nel caso di un'azienda che opera in molte parti del mondo e lavora oggetti lunghi anche quindici metri con pesi sino a 40 Tons ha un valore relativo - perché la qualità che portiamo sul mercato richiede che ogni cliente sia seguito in modo esclusivo e questo non ammette una crescita troppo elevata. Le nostre dimensioni sono anche quelle che si conciliano meglio con l'attenzione all'ambiente, alla società e in generale all'etica del lavoro. Tutti settori nei quali siamo molto attivi, pur senza tralasciare l'innovazione nella produzione che ci ha portato a fare dell'Industria 4.0 il nostro cavallo di battaglia”.

Perché Simer sceglie il Circular Economy Report

Proprio questa spinta all'innovazione e l'attenzione all'ambiente hanno indotto l'azienda a accettare l'offerta di Enel X di realizzare una valutazione della circolarità dell’impresa, capace di analizzare il ciclo di produzione e di fornire nuovi spunti per continuare a progredire. La proposta è arrivata all'interno del Circular Economy Report, in cui a partire dalla situazione attuale dell'impresa Enel X ha sottolineato alcuni possibili ambiti di sviluppo per far aumentare la “circolarità” della produzione e rendere l'intero business più ecocompatibile e sostenibile.

Tra i leader nel settore cartario, siderurgico , idroelettrico, film plastico Simer da sempre individua il suo punto forte nella personalizzazione dei prodotti e dei servizi che offre. “In genere riceviamo una telefonata del cliente che ci dice: ho un problema e non so come risolverlo - dice Menozzi - A quel punto  iniziamo a fare  prove di riporto, sperimentiamo il rivestimento proposto nel nostro laboratorio fino a quando non abbiamo risolto il problema e trovata la giusta soluzione da proporre al cliente, quindi di fatto inventiamo per ognuno un trattamento su misura. Un trattamento che è il nostro fiore all'occhiello e che ci rende particolarmente apprezzati”.

Il Circular Economy Report inizia con il Corporate Circular Economy Assessment, una fotografia dell'azienda com'è oggi, e offre una valutazione qualitativa del livello di maturità e diffusione dei principi dell'economia circolare nella catena di valore dell'impresa. Un'analisi dello stato dell'arte che sottolinea punti di forza ed eventuali criticità in riferimento ai criteri dell'economia circolare, per identificare e selezionare gli interventi in grado di spingere l'azienda verso nuovi traguardi.

I risultati del Report per Simer

Analizzato nel dettaglio l'iter produttivo e fatto cento il massimo dell'efficienza raggiungibile in base ai parametri previsti, il report riconosce a Simer un punteggio di partenza del 30,9%. Un 'tesoretto' iniziale raggiunto dall'azienda anche grazie agli impianti fotovoltaici interni che coprono il 40% del consumo di energia elettrica.

“Siamo molto energivori - continua Menozzi -  Consumiamo piu’ di 700mila kilowatt l'anno e così uno dei primi interventi per renderci più sostenibili è stato quello di dotarci di impianti fotovoltaici che adesso producono circa 300mila kW l'anno, l'80% dei quali viene consumato per la produzione interna mentre il rimanente è ceduto a Enel. Avremmo fatto di più ma avevamo già coperto tutti i tetti del ns/ stabilimento ed inoltre nel nostro Comune è vietato mettere il fotovoltaico a terra, quindi ci siamo dovuti fermare. Oggi ci sono le risorse, c'è la tecnologia, ci sono molte aziende pronte a diventare più sostenibili ma a volte noi cittadini non sembriamo abbastanza pronti come pure le amministrazioni pubbliche e  così un processo che dovrebbe essere molto rapido viene rallentato da una burocrazia spaventosa”. 

Il sito produttivo di Villanova D'Asti, analizzato da Enel X, rispetto alla circolarità mostra un buon punteggio iniziale, un 33,6%, dovuto all'elevato isolamento termico, alla manutenzione costante degli impianti e a un'illuminazione condotta per il 98% con LED e solo per il 2% con lampade a incandescenza.

“Passeremo all'elettrico per i nostri automezzi, abbandonando il gasolio - assicura Menozzi -  Col tempo l'intera flotta, comprese autovetture e autocarri diventerà green. Intanto abbiamo già deciso di realizzare parcheggi coperti per i dipendenti, al fine di usare le coperture per installare altro fotovoltaico e realizzare  colonnine per la ricarica elettrica. Abbiamo anche valutato la possibilità di dotarci di accumulatori, come suggerito nel Report: per il momento non abbiamo programmato questo investimento, ma stiamo prendendo informazioni”.

 

Sostenibilità ambientale e sociale

E la circolarità per Simer va persino oltre e si spinge a immaginare quali aziende sarebbero le possibili destinatarie degli interventi più efficaci e a suggerire ulteriori interpretazioni della sostenibilità.

“Credo che un'analisi come quella di Enel X sia vantaggiosa per ogni azienda e soprattutto per le grandi energivore come noi. Quello dell'autoproduzione energetica è infatti un ambito in cui tutti possono entrare immediatamente, con grandi vantaggi per fare ognuno la propria parte per l'ambiente. Quanto all'essere sostenibili, bisogna tenere in considerazione anche la sostenibilità sociale: un'azienda ha un forte impatto sul suo territorio e deve curare i rapporti con i dipendenti e il loro benessere. Noi cerchiamo da sempre di farli partecipare delle nostre scelte e di coinvolgerli. Offriamo gratuitamente supporto fiscale, assicuriamo privatamente tutti oltre che con le assicurazioni previste per legge anche con polizze private, condividiamo gli utili con premi di produzione, finanziamo i dipendenti se decidono di acquistare una casa. Se l'azienda è un partner affidabile nella vita di tutti i giorni, se si costruisce un buon clima aziendale, si lavora e si vive tutti meglio e questo ha ricadute importanti non solo sulla produzione ma anche sul territorio. Anche questa è circolarità”.

Altri casi di successo

Articoli, approfondimenti, case studies e video per utilizzare al meglio l'energia di Enel X.

storie sostenibilità

Il modello Enel X: sostenibilità uguale valore

Abbiamo scelto di mettere la sostenibilità al centro del nostro modello di business per poter creare valore economico, sociale e ambientale per tutti

storie economia circolare

Enel X e Es’givien, la moda bella e sostenibile con il modello di economia circolare

Alla prima edizione di #ilfashionbelloebuono di Firenze si è parlato di economia circolare. Enel X ha spiegato come ha usato il proprio Report di circolarità per rendere ancora più efficiente e sostenibile un’eccellenza del fashion come Es’givien

storie economia circolare

La circular di Enel X protagonista a Exco 2019

A Exco 2019 si è parlato di circular economy. Enel X ha presentato il proprio modello di accelerazione dell’economia circolare e ha premiato con il suo Report sette aziende vincitrici del Best Performer of the Circular Economy 2019

MAYBE YOUR ARE LOOKING FOR...