Che cosa sono le smart grid, le reti elettriche intelligenti

Il passaggio dalle grandi centrali per la produzione di energia elettrica alla generazione distribuita da fonti rinnovabili rende necessario il ricorso a reti intelligenti

Pubblicato il 25 Novembre 2019

Cosa sono le smart grid

Oggi si parla molto di smart grid. Ma che cosa sono? Per capirlo bisogna pensare che l’energia elettrica, nei paesi industrializzati, è tradizionalmente stata prodotta in un numero limitato di grandi centrali, in grado di coprire il fabbisogno di un’ampia area geografica o di un’intera nazione. Oggi però il modo di produrre l’energia elettrica sta cambiando radicalmente per effetto del diffondersi di sistemi a fonti rinnovabili, come il fotovoltaico, l’eolico, il micro-eolico o il mini-idroelettrico, di potenza medio-piccola, capaci di soddisfare necessità locali o caratterizzati da produzione discontinua, perché legata alla variabilità di fenomeni naturali come il vento o la luce solare.

Da un sistema centralizzato si sta quindi passando a una produzione molto distribuita sul territorio e assai più complessa da controllare e gestire. Se, infatti, l’energia elettrica prodotta supera la capacità di trasporto della rete o il fabbisogno in un dato momento, quella in eccesso va sprecata. Non solo: picchi improvvisi o sbalzi di tensione, tipici della produzione da fonti rinnovabili, rischiano di produrre danni fisici alla rete stessa.

Per gestire queste criticità sono quindi necessarie reti di distribuzione diverse da quelle tradizionali: le smart grid appunto. La loro “intelligenza” (“smart” in inglese significa proprio intelligente) risiede nell’adozione di soluzioni tecnologiche come, per esempio, sistemi di accumulo dell’energia prodotta in eccesso, che può essere così conservata e immessa in rete quando serve, o come sistemi IoT, cioè in grado di inviare dati in rete in tempo reale per un efficiente sistema di previsione dei consumi. Dispositivi di questo tipo sono i contatori elettronici di nuova generazione, attualmente in fase di installazione nelle case di tutti gli italiani.

Alla capacità di raccolta dei dati di consumo si deve poi unire quella di analizzarli, sia per prevedere il fabbisogno elettrico e gestire produzione e distribuzione sia per individuare gli sprechi e segnalarli agli utilizzatori. Una smart grid completamente realizzata, quindi, sarà anche in grado di suggerire agli utenti come risparmiare sulla bolletta, in un’ottica di sostenibilità ambientale e di economia circolare.

Contenuti correlati

Demand Response

Enel X offre un innovativo servizio conosciuto come Demand Response che consente ai consumatori commerciali e industriali di accedere al mercato dei servizi di dispacciamento (MSD)

Impianti fotovoltaici

Enel X accompagna le Aziende nell’individuazione delle soluzioni più idonee alla razionalizzazione dei fabbisogni energetici

Questo sito utilizza cookie di profilazione, se prosegui nella navigazione presti il consenso all’utilizzo di questi cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookies Policy.

Accetto

MAYBE YOUR ARE LOOKING FOR...