Cold Energy: gli impianti di refrigerazione diventano efficienti

Più freddo consumando meno. Il risparmio energetico è al centro del progetto Cold Energy che si propone di aumentare la potenza frigorifera e ridurre il consumo di energia elettrica negli impianti di refrigerazione dell’industria alimentare grazie all’inserimento di un recuperatore di calore e di un turbocompressore.

L’idea, ispirata e realizzata con tecnologie derivanti dall’industria automobilistica, ha ricevuto un finanziamento da parte dell’Unione Europea nell’ambito del programma Horizon 2020 con l’obiettivo di avviare la produzione industriale e commercializzazione di un kit, che arriva sul mercato in queste settimane.

Cold Energy è un consorzio europeo che ha Enel X tra i soci fondatori insieme con Turboalgor srl, coordinatore del progetto e che ha sviluppato e brevettato il kit, Avl Schrick Gmbh, una società di ingegneria tedesca con molta esperienza nel campo dello sviluppo personalizzato di turbocompressori e turbomacchine, l’italiana Officine Mario Dorin, tra le più importanti aziende produttrici di compressori in Europa, e il Gruppo spagnolo Tres Mares S.A., concentrato sull’attività di produzione e lavorazione della trota fresca e surgelata dove il ciclo di refrigerazione a bassa temperatura è fondamentale per il processo produttivo.

Come funziona il dispositivo?  L’impianto di efficienza energetica è in grado di recuperare una parte delle perdite esistenti negli impianti di refrigerazione, tramite l’applicazione di un turbocompressore di derivazione automobilistica. Secondo i promotori del progetto, infatti, un frigorifero convenzionale presenta un importante punto di inefficienza: la valvola di espansione. Per portare il liquido refrigerante da una pressione alta a una bassa non viene utilizzata tutta l’energia disponibile. E’ sufficiente inserire due scambiatori di calore e un turbocompressore per recuperare una parte dell’energia altrimenti dispersa e incrementare la potenza frigorifera dell’impianto. Il kit è costituito proprio da questa doppia tecnologia: un economizzatore e un turbocompressore.

Cold Energy, l’efficienza energetica al centro

L’efficienza energetica è fondamentale nel nuovo mercato dell’energia. Pasquale Monti, Head of Advisory and Monitoring Solutions di Enel X, tra i fondatori del consorzio europeo Cold Energy, ringrazia i partner del progetto di risparmio energetico nella refrigerazione e spiega perché nella transizione verso le rinnovabili diventi centrale l’attenzione all’andamento dinamico della domanda.

Risorse correlate

Articoli, approfondimenti, case studies e video per utilizzare al meglio l'energia di Enel X.

storie innovazione

Resilienza, Risparmio, Flessibilità e Sostenibilità: quattro vantaggi, un unico software

Il peso crescente delle rinnovabili impone alle grandi imprese una sempre maggiore flessibilità energetica, un vantaggio competitivo in quanto fonte di resilienza. Enel X accompagna i suoi clienti nel percorso di questa transizione facendo leva sulle soluzioni di energy storage, pannelli fotovoltaici e altre risorse energetiche distribuite.

storie per le imprese

Accumulo energetico intelligente: la rivoluzione di Enel X

Le soluzioni di Enel X per la gestione intelligente dello storage permettono di trasformare la necessità di una maggiore flessibilità in una opportunità di crescita, rivoluzionando le modalità di produzione e consumo di energia.

storie INNOVAZIONE

Smart city, le città italiane del futuro

Milano, Firenze e Bologna guidano la classifica delle città più intelligenti d’Italia. Viaggio attraverso tre esperienze che sono un riferimento per la smart city del futuro

MAYBE YOUR ARE LOOKING FOR...