/apps/enel-x-digital-ecosystem/templates/page-content

Tutta il bello della sostenibilità: apre Green Pea

Oscar Farinetti progetta il primo concept store ecosostenibile: Enel X tra i main partner

Pubblicata il 9 DICEMBRE 2020

Il centro commerciale

Rispetto. È questa la parola chiave per capire Green Pea, il centro commerciale interamente ecosostenibile voluto da Oscar Farinetti, fondatore di Eataly, e costruito a Torino, nell’area dell’ex stabilimento Carpano, vicino al Lingotto e di fianco al primo Eataly d’Italia, aperto nel 2007.
Quindicimila metri quadrati aperti al pubblico dal 9 dicembre 2020, interamente basati sull’idea di rispetto per la terra, l’aria, l’acqua e le persone. Un concept store rivestito di legno recuperato dalle foreste della Val di Fiemme e del Bellunese, distrutte dal ciclone Vaia del 2018, che punta su materiali riciclabili (acciaio, ferro e vetro) e alimentato da energie rinnovabili: pozzi geotermici, pannelli fotovoltaici e solari, elementi per la captazione di energia eolica e per il recupero dell’energia cinetica.

Bellezza e sostenibilità

Il “pisello verde” è stato scelto come simbolo del progetto perché rotondo come la Terra e verde come dovrebbe essere il nostro Pianeta. Un’idea di circolarità espressa anche dal claim scelto per raccontarlo: “From duty to beauty”. Dalla sostenibilità come dovere alla bellezza della sostenibilità.
Per la propria naturale vocazione alle soluzioni sostenibili Enel X non poteva essere che main partner del progetto dove presenteremo le nostre soluzioni nell’ambito della mobilità elettrica, dell’illuminazione artistica e delle smart city: prodotti e servizi che si rivolgono innanzitutto al consumatore ma anche ad aziende e pubbliche amministrazioni per rendere la sostenibilità un’esperienza quotidiana e comune.

Un passo verso il futuro

“L’obiettivo della presenza in Green Pea è mostrare a tutti i cittadini come, grazie ad Enel X, sia naturale fare un passo nel futuro”, spiega Augusto Raggi, Responsabile Enel X Italia.
“In Green Pea mostriamo come la sostenibilità non è più solo un obiettivo da perseguire, ma un valore che viene integrato in ogni nostra scelta, in grado di cambiare in meglio i gesti quotidiani e le grandi opere. La circolarità, la tutela dell’ambiente e il vivere green non sono più concetti astratti, ma soluzioni concrete per migliorare la vita di tutti noi, tutti i giorni”

Una nuova concezione di spazi

L’offerta del Green Retail Park si snoda attraverso cinque piani: quattro dedicati alla vendita (Life, Home, Fashion, Beauty) e uno al relax, con l’Otium Pea Club sul rooftop.

 

I prodotti presentati da Enel X rappresentano la vasta gamma delle nostre soluzioni sostenibili: la JuicePole, soluzione di ricarica all’aperto, il JuicePark, la pensilina fotovoltaica smart per slack

La copertura di parcheggi e per la ricarica di auto, scooter, bici, eccetera, l’innovativo Vehicle to Grid, la tecnologia che consente ai veicoli a batteria di immagazzinare e restituire energia, rendendo più stabile la rete elettrica, e lo Smart Flower, un impianto solare fotovoltaico a forma di fiore permette la rotazione dei pannelli solari per “inseguire” il sole lungo tutto l’arco della giornata.

Sostenibilità digitale

All’interno dell’edificio i visitatori possono poi giocare con Enel X e la sostenibilità grazie a 7 pavimenti a energia allestiti su tutti i piani: composti da piastrelle luminescenti, trasformano l’energia cinetica dei passi di chi visita il centro commerciale in energia elettrica quantificata in tempo reale su totem digitali.
“Un piccolo passo per l’uomo, un grande passo per la sostenibilità” è il claim che richiama lo sbarco sulla Luna con il quale abbiamo scelto di presentarci agli ospiti: attraverso dei video raccontiamo la visione e i prodotti del nostro Gruppo invitando tutti a scegliere la sostenibilità in ogni gesto quotidiano perché un piccolo passo personale può rappresentare l’inizio del cambiamento per tutti.

Consumo consapevole

Cambiare i consumi per cambiare il mondo è anche la filosofia del progetto di Farinetti che non ne nasconde l’ambizione. “Il 90 per cento degli scienziati ci dice che il nostro modo di consumare è diventato incompatibile con la vita dell’uomo sulla Terra.
È giunto il momento di modificare il nostro modo di consumare. Green Pea nasce per questo: l’obiettivo è dimostrare che vi è la possibilità, subito, di vivere in armonia con il pianeta senza rinunciare al bello”.