Tecnologia al servizio della velocità: l’anno della MotoE

Colpi di scena a ripetizione, sorpassi mozzafiato, duelli all’ultimo metro. Il gran premio di Valencia del 15-17 novembre, tappa finale della FIM Enel MotoE World Cup, ha mantenuto le promesse della vigilia. Per stabilire il vincitore si è dovuto attendere l’ultima curva della Gara 2 del gran finale di stagione. A spuntarla, laureandosi campione della prima edizione del motomondiale elettrico, è stato il favorito della vigilia, l’italiano Matteo Ferrari, del team Trentino Gresini, che si è piazzato terzo e quinto nelle due gare in programma, precedendo nella classifica generale il britannico Bradley Smith e il brasiliano Eric Granado.

Enel X, al servizio della mobilità sostenibile

Uno spettacolo a cui noi di Enel X abbiamo contribuito con la nostra tecnologia all’avanguardia, utilizzata per fornire alle due ruote elettriche l’energia necessaria a sfrecciare in pista. In qualità di Title sponsor e Official Smart Charging Partner abbiamo fornito l’infrastruttura di ricarica JuicePump da 50 kW - la stessa che è possibile trovare anche sulle strade italiane per ricaricare il proprio veicolo attraverso l’app JuicePass - mentre i nostri pannelli solari hanno alimentato di energia rinnovabile l’e-Paddock. Le nostre soluzioni permettono di coniugare lo spettacolo della velocità con la mobilità elettrica, messaggio racchiuso in #XforSpeed, la tecnologia al servizio della velocità. A Valencia, come durante tutto il motomondiale elettrico.

I preparativi della corsa

Questo ultimo lungo weekend di gare di MotoE, è cominciato con un giorno d’anticipo, il giovedì, con la prima sessione di prove libere. La competizione – organizzata da Dorna Sports in collaborazione con il Gruppo Enel, IRTA, MotoGP Independent Teams ed Energica – prevede che tutti i piloti corrano con la stessa moto, la Ego Corsa sviluppata da Energica. L’azienda italiana, leader nel settore, monta una batteria da 20 kW, con potenza fino a 120 kW e raggiunge i 270 km/h, accelerando da 0 a 100 in 3 secondi.
In circa un’ora, grazie alle stazioni di ricarica JuicePump, le moto elettriche sono in grado di fare il pieno di energia. Completano il servizio gli e-trolley, dotati di power bank da 5 kWh, che sono stati utili ad alimentare le termocoperte delle gomme in pit lane.

Risorse correlate

Articoli, approfondimenti, case studies e video per utilizzare al meglio l'energia di Enel X.

storie e-Mobility

MotoE, a Misano tutta l’energia di Enel X

Le nostre tecnologie per la mobilità sostenibile protagoniste al debutto italiano del primo motomondiale interamente elettrico, dal 13 al 15 settembre

storie e-Mobility

Enel X in pista a New York: il futuro dell’e-mobility è adesso

Il mondiale di Formula E si è appena chiuso a New York con la vittoria di Jean Eric Vergne. Per l’occasione Enel X ha lanciato la sua nuova unità di business in Nord America

storie e-Mobility

Giro E, in sella a Enel X per l’e-Mobility Revolution

Il 2 giugno si è concluso il primo Giro E, il Giro d’Italia in bici elettrica sponsorizzato da Enel X. Ecco numeri, storie e protagonisti della corsa

MAYBE YOUR ARE LOOKING FOR...