Cos’è il Demand Side Management?

Il termine Demand Side Management (DSM) viene utilizzato per indicare un insieme di azioni volte a gestire in maniera efficiente i consumi di un sito, al fine di ridurre i costi sostenuti per l’approvvigionamento di energia elettrica, per gli oneri di rete e per gli oneri generali di sistema, incluse le componenti fiscali.

Tali azioni di ottimizzazione sono volte a modificare le caratteristiche del consumo di energia elettrica, con riferimento a entità complessiva dei consumi, profilo temporale dei consumi, parametri contrattuali di fornitura (potenza contrattuale e parametri di connessione alla rete), al fine di determinare un risparmio sui costi della bolletta.

A seguito dell’elevata penetrazione delle fonti rinnovabili e della decentralizzazione delle fonti di produzione, i gestori di rete di molti Paesi si trovano infatti a dover fronteggiare un aumento dell’instabilità della rete e dei conseguenti disservizi per gli utenti: per limitare tali impatti e garantire il bilanciamento tra consumo ed immissione di energia in rete, i gestori di rete possono fare affidamento su impianti di generazione e consumo che offrono i cosiddetti “servizi di rete” a fronte di una remunerazione, con un conseguente aumento dei costi per il sistema elettrico.

Per effettuare il Demand Side Management, occorre per prima cosa effettuare un’analisi approfondita dei consumi del sito: in questo modo sarà possibile comprendere le peculiarità di ciascun sito e capire se le abitudini di consumo possono essere ottimizzate senza l’ausilio di strumenti aggiuntivi.

Qualora un cambio di abitudini non sia realizzabile, o non sia sufficiente a raggiungere gli effetti di riduzione costi desiderati, è possibile valutare l’installazione in sito (prima del contatore) di:

  • Batterie (BESS - battery energy storage systems)
  • Impianti da fonti rinnovabili (fotovoltaico, eolico)
  • Impianti di tipo cogenerativo

Sarà poi necessario dotarsi di un Energy Management System, ovvero di un sistema informatico dedicato che permetta di:

  • Effettuare il monitoraggio ed il controllo di tutti gli asset coinvolti (sito di consumo, batteria, impianti di produzione)
  • Ottimizzare in tempo reale i contributi di batteria ed impianti di produzione, in modo da ridurre i costi connessi al prelievo dalla rete e minimizzare l’invecchiamento della batteria
  • Sfruttare gli asset coinvolti per fornire servizi alla rete

Domande correlate

Questo sito utilizza cookie di profilazione, se prosegui nella navigazione presti il consenso all’utilizzo di questi cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookies Policy.

Accetto

MAYBE YOUR ARE LOOKING FOR...