/apps/enel-x-digital-ecosystem/templates/page-content

L’algoritmo di Enel X per Novartis

Le due aziende a fianco delle amministrazioni locali per la qualità dell’aria

Pubblicata il 15 LUGLIO 2020
Tutelare l’ambiente e la salute dei cittadini riducendo l’inquinamento atmosferico. È pensando a questa sfida che Enel X e Novartis hanno deciso di continuare a collaborare dando una forte attenzione ai benefici della mobilità elettrica.
Una partnership nata nel 2019 nell’ambito dell’assemblea nazionale dell’ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani), consolidata nel 2020 con il lancio dello studio “Città del futuro. Ambiente e salute per città sostenibili e inclusive” e rinnovata ora con iniziative congiunte da mettere a disposizione dei Comuni italiani e dei cittadini.

Gli studi sul Covid-19

I più recenti studi scientifici evidenziano la stretta correlazione tra inquinamento atmosferico ed effetti sulla salute, anche in riferimento all’attuale diffusione della pandemia dovuta al contagio da Sars-CoV-2 (Covid-19). Enel X ha pertanto voluto consolidare la collaborazione con Novartis ensando non soltanto al momento attuale, ma anche al futuro, quando, superata la fase critica, sarà necessario ripensare in chiave sostenibile le nostre città e gli spazi urbani.

 

In particolare, abbiamo messo a disposizione la versione 3.0 dell’algoritmo e-Mobility Emission Saving tool, grazie al quale è possibile calcolare la riduzione di emissioni nocive ottenibile attraverso la diffusione di veicoli elettrici, e i relativi benefici in termini di risparmio economico e miglioramento della salute.

Questo algoritmo (il primo validato dall’ente di certificazione RINA su questo perimetro e scopo) è infatti in grado di misurare le emissioni che alterano il clima e incidono negativamente sulla salute: l’anidride carbonica (CO2), e le sostanze pericolose per l’uomo come il particolato nelle sue diverse dimensioni (PMx) e gli ossidi di azoto (NOx).

 

Ma non solo: quest’ultima versione dell’algoritmo consente di monitorare anche l’abbattimento dell’inquinamento acustico cittadino favorito dal ricorso alla mobilità elettrica e i costi risparmiati per la tutela della salute, legati prevalentemente alla gestione delle patologie croniche.

Benefici per l'ambiente

In questo modo si quantificano i benefici per l’ambiente: Enel X, partendo dai kWh erogati come ricariche dalle infrastrutture connesse, stima i chilometri percorsi dalle auto totalmente elettriche e calcola così le emissioni evitate all’ambiente. In pratica si convertono i kWh erogati per le vetture a batteria in CO₂ risparmiata, considerando l’equivalente emissione che sarebbe scaturita dall’utilizzo di veicoli tradizionali.
Inoltre, per rendere più concreto il calcolo del beneficio, Enel X ha inserito come indicatore quello relativo alla CO₂ assorbita dagli alberi con la fotosintesi: se si considera la quantità di CO₂ “assimilata” da una pianta in un anno, si riesce a ottenere il numero di piante a cui equivale la CO₂ risparmiata.

L'algoritmo

Un esempio pratico: grazie al nostro e-Mobility Emission Saving tool è stato calcolato che dal 1° gennaio 2018 i servizi erogati dalle infrastrutture connesse hanno consentito ai clienti di percorrere oltre 180 milioni di chilometri in modalità elettrica, facendo risparmiare all’ambiente oltre 22 milioni di kg di CO₂, pari alla quantità di anidride carbonica assorbita da più di 1.250.000 alberi in un anno. Sempre dal 2018, grazie alla diffusione della mobilità elettrica, sono stati risparmiati il rumore equivalente di oltre 30.000 vetture endotermiche e 4 milioni di euro di costi pubblici per la salute e l’ambiente.
L’algoritmo si rivela dunque uno strumento prezioso per gli studi che mirano al miglioramento della qualità dell’aria nelle città che impatta sulla salute dei cittadini, causando patologie croniche, soprattutto respiratorie e cardiovascolari. Un ambito che è al centro della ricerca e lo sviluppo di terapie innovative che Novartis, azienda leader del settore farmaceutico, mette a disposizione. Per questa ragione e per l’impegno diffuso che Novartis ha in termini sostenibilità, è pronta a sostenere la lotta all’inquinamento come strumento di prevenzione di patologie croniche, cardiovascolari e respiratorie.

L'azienda per la mobilità sostenibile

Non solo. La collaborazione con Novartis prevede anche un accordo che si inserisce pienamente nella filosofia della mobilità sostenibile e che prevede la creazione di una flotta aziendale elettrica. Questo sarà possibile grazie ad alcune azioni mirate, come l’elettrificazione della sedi Novartis attraverso l’installazione delle infrastrutture di ricarica della gamma Juice.
La fornitura di un pacchetto all inclusive per i dipendenti che utilizzano un’auto elettrica o ibrida, comprensivo di Juicebox  e servizi di ricarica e  l’accesso al portale JuiceNet Manager, che permette di gestire le operazioni di ricarica dei veicoli e di accedere facilmente ai dati dell’intera flotta, nonché di seguire le sessioni di training al personale aziendale.