In Irlanda le fonti rinnovabili creano opportunità di business

Il sistema energetico irlandese si muove, letteralmente, alla velocità della luce. Il progresso tecnologico della cosiddetta “Emerald Island” si sta ponendo alti obiettivi da raggiungere e avvincenti sfide da affrontare, come la previsione di generare il 40% della potenza necessaria al Paese solo tramite fonti rinnovabili entro il 2020.

Il principale attore impegnato nella rivoluzione energetica che attraversa l'isola irlandese è Enel X (precedentemente EnerNOC), che ha sviluppato una serie di percorsi per permettere alle aziende di partecipare ai nuovi schemi tecnologici protagonisti dell’evoluzione del sistema energetico.

Le imprese irlandesi sono, infatti, chiamate a partecipare con un ruolo da protagonista in questo nuovo ecosistema energetico in forte trasformazione, attraverso innovativi servizi che offrono in cambio pagamenti incentivanti. Stiamo parlando di Fast Frequency Response, o FFR, programma che fa parte della famiglia di servizi generalmente conosciuti come "demand response", ambito in cui il Paese verde si sta affermando velocemente, diventando un modello di buone pratiche da seguire.

Il sistema energetico irlandese (che include anche l’Irlanda del Nord) è stato il primo al mondo a gestire il 65% di energia rinnovabile asincrona sulla sua rete, il 9 aprile 2018. Una data importante per EirGrid, l’operatore di rete isolano che si propone di raggiungere il 75% di energia rinnovabile asincrona sulla rete elettrica.

Grazie alla sua innovativa capacità tecnologica, inoltre, Enel X si è aggiudicata 15 MW per i servizi di Fast Frequency Response, il cui lancio è avvenuto il 1 ottobre. In questa data l’operatore di rete irlandese EirGrid ha lanciato il nuovo servizio di FFR all’interno del suo DS3 (Delivering a Secure Sustainable Electricity System), un programma di servizi ausiliari che supporta la stabilità del sistema, con l’obiettivo finale di aiutare l’Irlanda a incorporare un numero sempre maggiore di energie rinnovabili tra le sue risorse. Il FFR è il servizio più veloce presente all’interno della suite di servizi DS3 e uno dei più performanti al mondo, grazie alla sua velocità di trasmissione dati di 20 millisecondi (la più alta velocità di trasmissione dati possibile). Un vero gioiello in termini di efficienza e intelligenza, quindi, incastonato in una sfida davvero degna di tale appellativo, perché l’integrazione delle energie rinnovabili, dalla natura poco prevedibile, potrebbe comportare improvvisi cambiamenti di frequenza, minacciando l’equilibrio tra offerta e domanda e compromettendo la stabilità della rete. Ed è proprio qui che le imprese irlandesi possono svolgere un ruolo fondamentale in questa transizione paradigmatica del mercato dell’energia. Le aziende possono infatti capitalizzare con la propria partecipazione ai nuovi servizi, favorendo al contempo la stabilità della rete e contribuendo a preservare il Pianeta dall’utilizzo di fonti inquinanti per la produzione di energia.

La suite di programmi DS3 offre incentivi per le aziende (in vari settori, tra cui quello dell'edilizia, della sanità, dei trasporti, dell'industria alimentare e dell'agricoltura) in grado di modulare rapidamente i livelli di consumo e produzione dei propri asset energetici distribuiti quando la frequenza del sistema scende al di sotto di una certa soglia di sicurezza. A livello di scala, queste risorse distribuite possono bilanciare questi cambiamenti di frequenza e proteggere la rete dalle sfide presentate dalla produzione di energia rinnovabile. Per poter partecipare al programma di FFR, i clienti devono essere in grado di interrompere l’uso di elettricità o di commutare le fonti di energia distribuita in un tempo inferiore ai due secondi da quando la frequenza del sistema scende al di sotto di un valore prefissato. La tecnologia di Enel X automatizza questo processo per i clienti, garantendo prestazioni senza intoppi e con i massimi ricavi.

Enel X partecipa già agli altri servizi del DS3 tra cui POR, SOR e TOR lanciati lo scorso maggio, a cui ha contribuito con un portafoglio di più di 20 MW.

In tal senso l'Irlanda rappresenta un esempio virtuoso che conferma come le fonti rinnovabili, coadiuvate da servizi di demand response e, in generale, di gestione della domanda, siano ancora una volta la chiave di volta per una rete più stabile e un futuro più pulito. Un futuro che si trasforma in opportunità per tutte quelle aziende che sapranno coglierle e capitalizzarle.

Leggi altre news

Notizie e-Mobility

La Formula E torna in Cile, stavolta senza pit-stop

Seconda stagione per il Campionato Mondiale ABB-FIA Formula E, di cui Enel X è Official Smart Charging Partner. Grazie al supercharger JuicePump e alle nuove batterie dalla capacità raddoppiata, la gara non si ferma neanche per una sosta

Notizie per le imprese

Australia, rete elettrica al sicuro con EnerNOC

Nella terra dei canguri anche l’energia elettrica fa balzi improvvisi? Nessun problema.

Notizie e-home

Eco-Sismabonus: tutte le novità del 2019 e il ruolo di Enel X

L’offerta di Enel X è una proposta di riqualificazione energetica “chiavi in mano”, per condòmini, condomìni e amministratori di condominio.

Notizie per le città

La riqualificazione urbana corre alla velocità della luce

I progetti di illuminazione pubblica e artistica di Enel X riqualificano le città e i siti storici con i colori green del risparmio economico e della sostenibilità ambientale

Questo sito utilizza cookie di profilazione, se prosegui nella navigazione presti il consenso all’utilizzo di questi cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookies Policy.

Accetto

MAYBE YOUR ARE LOOKING FOR...