Mobilità elettrica: la rivoluzione è adesso

Sotto un sole quasi estivo, le automobili sfrecciano sul circuito di Vallelunga, a Campagnano di Roma. A vederle dall’alto, non si nota niente di eccezionale: solo dal silenzio si capisce che sono auto elettriche. Alla guida non ci sono sportivi professionisti ma normali automobilisti che hanno voluto provare quest’esperienza insolita e divertente: hanno toccato con mano che guidare un’auto elettrica non è solo sostenibile, ma è anche piacevole e alla portata di tutti.

Fra i piloti, anche il CEO di Enel Francesco Starace, che non nasconde il suo entusiasmo per la rivoluzione dell’e-Mobility come parte di un rivolgimento più vasto ed epocale.

L’autodromo di Vallelunga è diventato, quindi, vetrina dell’auto elettrica in occasione dell’e-Mobility Revolution 2018, uno degli appuntamenti più significativi per Enel X, giunto alla seconda edizione. A distanza di un anno dal lancio dell’iniziativa, Francesco Venturini, Amministratore Delegato di Enel X, ha fatto il punto della situazione.

Sono serviti cinque anni per vendere il primo milione di auto elettriche, 17 mesi per il secondo, 10 mesi per il terzo e appena sei mesi per il quarto

Francesco Venturini

Amministratore Delegato di Enel X

Stiamo installando con un ritmo di 60-80 colonnine alla settimana. Il lavoro che sta facendo Enel X sta veramente spingendo questo mercato. Entro la fine dell’anno i nostri clienti avranno la possibilità di accedere a circa 2500 punti di ricarica. Sono numeri importanti, che permettono a tutti di andare dalla Valle d’Aosta fino alla Sicilia in auto elettrica

Alberto Piglia

Responsabile e-Mobility di Enel X

MAYBE YOUR ARE LOOKING FOR...