Mobilità elettrica: la Banca Europea corre con Enel X

Continua l’avventura elettrica di Enel X. Il brand di soluzioni digitali innovative non arresta la sua corsa nella diffusione della cultura elettrica, elemento fondante dell’azienda. Enel X è tra i fautori di un piano ben preciso, che prevede l’installazione di 14mila infrastrutture di ricarica, distribuite su tutto il territorio nazionale, nei prossimi quattro anni. Un obiettivo condiviso da un prezioso alleato, la BEI (Banca Europea degli Investimenti), che ha appena siglato con Enel X Mobility, controllata di Enel X, un accordo per un finanziamento decennale di 115 milioni di euro che andrà a coprire l’investimento infrastrutturale che rivoluziona di fatto il concetto di mobilità italiana, aprendo le strade ad un futuro di sostenibilità e innovazione.

Il Programma Nazionale steso da Enel X, che prevede un primo step di 7 mila colonnine entro il 2020 per poi raggiungere le 14mila entro il 2022, rappresenta una sterzata decisa verso un domani attento ai cambiamenti climatici e capace di offrire soluzioni efficienti ed ecologiche alla portata di tutti. La BEI, impegnata nel sostegno di progetti che declinano l’intelligenza tech con il basso impatto ambientale, contribuirà per circa il 50% all’investimento complessivo di Enel X Mobility.

Siamo fortemente impegnati a dare all’Italia un contributo decisivo all’evoluzione di un sistema di mobilità sostenibile. Il nostro piano è ambizioso ed è importante avere la BEI al nostro fianco per realizzarlo. Realizzeremo una infrastruttura capillare e tecnologicamente avanzata che contribuirà ad aumentare il numero di vetture elettriche in circolazione in Italia e porterà grandi benefici per l’ambiente, il sistema economico, le imprese e i cittadini, migliorandone la vita quotidiana e le abitudini di spostamenti e consumi

Francesco Starace

Amministratore Delegato di Enel

MAYBE YOUR ARE LOOKING FOR...