/apps/enel-x-digital-ecosystem/templates/page-content

Migliorare la gestione del traffico grazie all’Illuminazione Adattiva

L’adaptive Traffic Control rende più sicuri gli spostamenti grazie all’illuminazione intelligente.

Pubblicata il 01 SETTEMBRE 2022
Con “illuminazione pubblica adattiva” si intende ben più di LED delle più moderne tecnologie che permettono un risparmio energetico ed economico: si tratta di soluzioni  innovative in grado di riqualificare e valorizzare le città - rendendole sempre più accoglienti, sostenibili e smart -, di offrire più servizi ai cittadini, di permettere al proprio Comune di entrare sempre più nel mondo della Circular Economy. Riuscire a fornire la giusta quantità di luce all’occorrenza permette di abbattere gli sprechi e salvaguardare l’ambiente, avendo sempre al primo posto, la sicurezza (mantenendo alta la visibilità notturna) e la valorizzazione e  la riqualificazione degli spazi urbani. Cerchiamo di capire più nel dettaglio cos’è e come funziona, analizzando l’esempio della città di Rimini per comprendere come sia possibile effettuarne l’implementazione.

Implementare un sistema di Adaptive Lighting

Per quanto queste soluzioni possano sembrare futuristiche o complicate, in realtà Enel X ha reso l’Adaptive Lighting semplice da installare. Grazie alle più moderne tecnologie LED, le città possono raggiungere nuovi traguardi di risparmio e di sostenibilità: i sistemi di telecontrollo permettono di monitorare i consumi ed eventuali anomalie di funzionamento, non limitandosi, però, a fornire solo luce, ma implementando anche soluzioni di gestione del traffico (adaptive Traffic Control) capaci di rendere più sicure le strade e i relativi spostamenti. Esistono due differenti modalità di applicazione:
  • Modalità TAI: optando per il Traffic Adaptive Installation, l’illuminazione pubblica si adatta automaticamente alle condizioni del traffico, aumentando o diminuendo la luce a seconda del flusso e di altre esigenze - come attraversamenti pedonali, rotatorie, etc.
  • Modalità FAI: scegliendo il Full Adaptive Installation, l’illuminazione pubblica combina le informazioni del traffico con quelle di  meteo e luminosità dell’ambiente, conformandosi alla loro combinazione e regolando di conseguenza la luminanza delle lampade a LED installate.
Una tecnologia modulabile in funzione delle specifiche esigenze di ogni città in grado di garantire molteplici vantaggi quali:
  • Risparmio energetico
  • Migliore visibilità
  • Digitalizzazione dei servizio di illuminazione pubblica
  • Regolamento automatico della luminanza
  • Diagnosi precoce
  • Monitoraggio real time
Illuminazione pubblica 2.0

Illuminazione pubblica 2.0

Le nuove tecnologie a basso impatto energetico e ambientale di Enel X per città efficienti e sostenibili.

In base a quali sono le esigenze della singola città, ogni Pubblica Amministrazione ha la possibilità di optare per una delle modalità elencate, che in maniera flessibile farà in modo di soddisfare le specifiche necessità, adattandosi al meglio. I vantaggi garantiti da queste due soluzioni di gestione traffico sono molteplici: dal risparmio energetico alla possibilità di erogare, con la stessa tecnologia installata, altri servizi di monitoraggio e sicurezza stradale, fino ad arrivare alla gestione intelligente dell’illuminazione stradale, garantita dalla capacità della tecnologia adattiva di regolare in automatico la luminosità della lampada in funzione delle condizioni meteo e stradali relative alla visibilità e il traffico.

Adaptive Lighting: la soluzione per Rimini

Tecnologie di telecontrollo

Tecnologie di telecontrollo

Per gestire il parco luci in maniera intelligente e reattiva.

Nel Comune di Rimini, al fine di raccogliere informazioni aggiornate e affidabili, sono state installate 91 apparecchiature, di cui 90 dispositivi di telecontrollo e due sensori ambientali. Una tecnologia intelligente che, grazie ai sistemi IoT, consente di raccogliere per ciascun punto luce i dati relativi alla luce presente sul manto stradale, al flusso luminoso emesso dal punto luce, al volume di traffico, al rumore e all'inclinazione dei pali. La qualità dell’aria inoltre viene costantemente monitorata tramite una apposita centralina in grado di rilevare le concentrazioni di 4 diverse tipologie di gas (CO, NO, NO2, O3), utilizzando una tecnologia sperimentale che si basa su sensori elettrochimici.
Nel complesso, l’innovativo sistema di regolazione adattiva dell’illuminazione pubblica su strade principali di forte percorrenza ha permesso di ridurre il consumo di energia del 30% a seguito dell’installazione dei sistemi di controllo, raccogliendo inoltre dati e informazioni statistiche in modo continuativo e puntuale sulle condizioni di traffico orario, giornaliero e sulla tipologia di mezzi che hanno permesso la messa a terra di nuove strategie per l’abbattimento dell’inquinamento urbano.