I politici europei appoggiano la Net-Zero Strategy per il 2050, obiettivi ancora più ambiziosi per il 2030

I deputati al Parlamento Europeo hanno votato una risoluzione non vincolante che approva l'obiettivo di raggiungere zero emissioni nette di gas serra entro il 2050 e che incrementa gli obiettivi dell'Unione europea per il 2030.

Pubblicato il 7 Maggio 2019

I politici europei appoggiano la Net-Zero Strategy per il 2050, obiettivi ancora più ambiziosi per il 2030

di Joshua S Hill - CleanTechnica

La settimana scorsa i deputati al Parlamento Europeo hanno votato una risoluzione non vincolante che approva l'obiettivo di raggiungere zero emissioni nette di gas serra entro il 2050 e che incrementa gli obiettivi dell'Unione europea per il 2030.

In un testo di ampio respiro, adottato con 369 voti favorevoli, 116 voti contrari e 40 astensioni, i deputati al Parlamento europeo si sono espressi a favore di due degli otto percorsi strategici "per la trasformazione economica, tecnologica e sociale necessaria all'Unione europea per conformarsi all'obiettivo di temperatura di lungo termine dell'accordo di Parigi", gli unici due percorsi che, secondo i deputati, "consentirebbero all'Unione europea di raggiungere zero emissioni nette di gas serra entro il 2050."

Il testo adottato afferma che il raggiungimento di zero emissioni serra nette entro il 2050 "richiede un'azione rapida e notevoli sforzi a livello locale, regionale, nazionale e dell'UE, coinvolgendo tutte le istituzioni, anche quelle non governative".

Se l'Unione europea vuole raggiungere questo obiettivo di "zero emissioni di GHG nette al più tardi entro il 2050", secondo il testo adottato, gli obiettivi per il 2030 devono essere più ambiziosi "e allineati con gli scenari del 2050 a zero emissioni nette". In particolare, i deputati europei sostengono un aggiornamento dei Contributi Nazionali Determinati dell'Unione europea (NDC), il meccanismo che incorpora "gli sforzi di ciascun paese per ridurre le emissioni nazionali e adattarsi agli impatti dei cambiamenti climatici" (secondo la Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici), per raggiungere un obiettivo di riduzione del 55% (rispetto ai livelli del 1990) delle emissioni domestiche di gas serra su tutta l'economia entro il 2030.

"Con un numero record di persone che si sono espresse a difesa del clima, gli eurodeputati hanno dimostrato di prendere sul serio le preoccupazioni dei cittadini e di voler intensificare gli interventi a favore del clima", ha affermato Imke Lübbeke, responsabile del clima e dell'energia presso l'Ufficio politico europeo del WWF. "Il loro sostegno per raggiungere zero emissioni nette di gas serra nell'UE entro il 2050 e a favore di riduzioni più elevate entro il 2030 è un segnale incoraggiante per gli Stati membri dell'UE che stanno attualmente valutando i piani climatici a lungo termine dell'UE e stanno preparando i loro piani nazionali su clima ed energia“.

I deputati hanno inoltre accolto con favore le dimostrazioni e gli scioperi degli studenti in tutta l'UE, accogliendo "le richieste di questi attivisti per una maggiore ambizione e un'azione rapida in modo da non superare la soglia climatica di 1,5 °C".

Risorse correlate

Articoli, approfondimenti, case studies e video per utilizzare al meglio l'energia di Enel X.

Storie economia circolare

L’economia circolare al centro di Enel X

Il futuro dell'economia è circolare. Enel X ha messo questo paradigma al centro della propria strategia con l'obiettivo di accelerarne e moltiplicarne i benefici per i clienti e i fornitori. Con vantaggi non solo in termini ambientali ma anche di crescita economica e nuove opportunità di business

storie e-Mobility

Smart Mobility: un’utopia possibile

Il quadro della mobilità in Italia è desolante: le città sono congestionate e inquinate, gli automobilisti passano ore nel traffico. Le soluzioni? I veicoli elettrici e il car sharing. E sono soluzioni possibili

storie per le imprese

Endesa installerà un impianto fotovoltaico di autoconsumo da 2.500 kW per Alvinesa Natural Ingredients a Ciudad Real, in Spagna

Endesa X installerà un impianto fotovoltaico di autoconsumo da 2.500 kW in uno stabilimento di proprietà di Alvinesa, una delle realtà leader nell'estrazione d'ingredienti naturali dall'uva, a Daimiel, nella provincia spagnola di Ciudad Real.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, se prosegui nella navigazione presti il consenso all’utilizzo di questi cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookies Policy.

Accetto

MAYBE YOUR ARE LOOKING FOR...