/apps/enel-x-digital-ecosystem/templates/page-content

Cosa determina il passaggio all'aliquota del 110% per gli interventi precedentemente incentivati con aliquote differenti?

L’aliquota del 110% è riconosciuta solo per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022* (ad eccezione per gli IACP per i quali è stata estesa la finestra temporale fino al 30 giugno 2023**). Nel caso di interventi di efficientamento energetico, inoltre, è necessario raggiungere – nel loro complesso - il miglioramento di almeno 2 classi energetiche o, laddove non sia possibile, conseguire quella più alta. Gli Interventi di riqualificazione energetica (ad es. sostituzione infissi, installazione di schermature solari, etc,), a meno che l’edificio non sia sottoposto a vincoli ambientali/paesaggistici e ad impedimenti regolatori, e l’installazione delle infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici per usufruire dell’aliquota al 110% devono essere eseguiti congiuntamente all’installazione del cappotto termico o alla sostituzione dell’impianto di riscaldamento (centralizzato o autonomo).

 

L’Installazione di impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo, invece, può usufruirne anche se l’intervento è eseguito congiuntamente al miglioramento sismico.

 

* Il Superbonus 110% è stato prorogato al 31 dicembre 2022 per i condomìni e le persone fisiche con edifici plurifamiliari da 2 a 4 unità, questi ultimi dovranno aver raggiunto almeno il 60% dell'intervento complessivo entro il 30 giugno 2022. Gli IACP potranno usufruire dell'agevolazione fino al 31 dicembre 2023, se entro il 30 giugno 2023 avranno realizzato almeno il 60% dell'intervento complessivo.

Come funziona la caldaia a condensazione?

SCOPRI DI PIÙ

A chi spetta la comunicazione dell’opzione?

SCOPRI DI PIÙ

Che tipo di interventi antisismici si possono effettuare?

SCOPRI DI PIÙ